Dahmer – Mostro: La storia di Jeffrey Dahmer, 10 corrispondenze tra la serie e i fatti reali

Dahmer - Mostro: La storia di Jeffrey Dahmer è indubbiamente la serie del momento. Ma quali sono le corrispondenze tra quanto viene raccontato nello show e i fatti reali?

Dahmer – Mostro: La storia di Jeffrey Dahmer è solo l’ultima delle tante serie true crime disponibili su Netflix. Basata sulla storia vera del famigerato serial killer cannibale Jeffrey Dahmer, che terrorizzò lo Stato del Wisconsin tra la fine degli anni ’70 e l’inizio degli anni ’90, la serie è stata creata da Ryan Murphy e Ian Brennan, ed è interpretata da Evan Peters, che veste i panni dell’assassino eponimo.

Conosciuto come “Il Cannibale di Milwaukee”, Dahmer fu responsabile di ben 17 omicidi effettuati tra il 1978 e il 1991 con metodi particolarmente cruenti: atti di violenza sessuale, necrofilia, cannibalismo e squartamento. Ma quali sono i momenti della serie che ripropongono più o meno fedelmente quanto di orribile accaduto nella realtà? Scopriamolo di seguito.

10Il sandwich di carne

Nonostante la serie si prenda alcune libertà creative rispetto ai fatti realmente accaduti, una scena molto particolare della serie è davvero accaduta, ossia quella in cui Dahmer fa visita a Glenda Cleveland, la sua vicina di casa, offrendolo un sandwich di carne in segno di pace.

Nella realtà, Glenda non era la vicina di casa di Dahmer, ma abita in un edificio vicino al suo e aveva comunque assistito agli strani comportamenti del ragazzo e alle persone che andavano e venivano dal suo apparamento. Un’altra donna, tale Pamela Bass, era la vicina di casa di Dahmer negli appartamenti di Oxford: si presume, quindi, che il personaggio della serie sia una combinazione tra la vera Glenda e questa Pamela.

Secondo Distractify, nel film documentario “The Jeffrey Dahmer Files”, la Bass afferma che Dahmer preparava spesso dei panini per alcuni dei suoi vicini. “Probabilmente ho mangiato anche io la parte del corpo di qualcuno”, dichiara la Bass nel documentario.

Indietro

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui