lunedì, Dicembre 5, 2022
HomeSerie TvNews Serie TvUltimo tango a Parigi: la realizzazione del film al centro di una...

Ultimo tango a Parigi: la realizzazione del film al centro di una serie tv

La realizzazione del controverso Ultimo tango a Parigi di Bernardo Bertolucci, con Marlon Brando e Maria Schneider, sarà al centro di una nuova serie tv.

I tumultuosi eventi che caratterizzarono la realizzazione del film del 1973 di Bernardo Bertolucci, Ultimo tango a Parigi, saranno oggetto di una nuova serie limitata che sarà co-diretta da Lisa Brühlmann (Killing Eve) e José Padilha (Narcos).

Come riportato da Variey, la serie si intitolerà Tango e fa parte di un accordo di esclusiva tra CBS Studios e Stampede Ventures, una società di media indipendente fondata dall’ex presidente della Warner Bros. Pictures, Greg Silverman.

Tango sarà ambientata tra l’Italia, la Francia e gli Stati Uniti, verrà sceneggiata da Jeremy Miller e Daniel Cohn. La serie coprirà i 18 mesi prima, durante e dopo la produzione di Ultimo tango a Pargi. La storia sarà raccontata attraverso il punto di vista dei protagonisti del film, ossia Maria Schneider e Marlon Brando, ma anche da quello di Bertolucci.

Silverman e J.P. Sarni di Stampede Ventures figureranno in qualità di produttori esecutivi, mentre Meghan Lyvers, vicepresidente senior delle co-produzioni internazionali e dello sviluppo di CBS Studios, supervisionerà il progetto.

La controversia legata a Ultimo tango a Parigi

Ultimo tango a Parigi è una dei film più controversi della storia del cinema, noto per la famigerata scena della violenza sessuale. Nonostante fosse prevista nella sceneggiatura ed entrambi gli attori avessero firmato un contratto, non era specificato che tale violenza dovesse comprendere un rapporto anale simulato con l’uso del burro come lubrificante.

Questa aggiunta al copione fu un’improvvisazione di Brando con la complicità di Bertolucci, il quale non disse niente alla Schneider per avere una reazione più realistica. L’attrice ha dichiarato che potendo tornare indietro non avrebbe girato quella scena.

A proposito della serie, Lisa Brühlmann ha dichiarato: “Quando José e Stampede mi hanno contattata, sono stata subito catturata dal progetto e dalla possibilità di guardare più da vicino uno dei più grandi scandali della storia del nostro settore, nonostante non fosse stato trattato come tale all’epoca. L’opportunità di immergermii in quel mondo, in tutti questi personaggi affascinanti, e soprattutto la possibilità di dare voce a Maria Schneider, è davvero emozionante.”

José Padilha  ha aggiunto: “Il regista e gli attori si sono crogiolati nel successo del film, mentre il dolore di Maria è stato trascurato. Sono entusiasta di esplorare una storia sull’etica dell’arte, un argomento importante ma spesso trascurato, in collaborazione con la regista Lisa Brühlmann.”

Stefano Terracina
Stefano Terracina
Cresciuto a pane, latte e Il Mago di Oz | Film del cuore: Titanic | Il più grande regista: Stanley Kubrick | Attore preferito: Michael Fassbender | La citazione più bella: "Io ho bisogno di credere che qualcosa di straordinario sia possibile." (A Beautiful Mind)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

RECENTI

- Advertisment -