lunedì, Gennaio 30, 2023
HomeRecensioniLasciami Per Sempre, recensione del film con Barbora Bobulova e Max Gazzè

Lasciami Per Sempre, recensione del film con Barbora Bobulova e Max Gazzè

A dieci anni di distanza dal suo ultimo lungometraggio, esce nelle sale il 20 aprile il nuovo film di Simona Izzo, Lasciami Per Sempre. Liberamente ispirato al romanzo della stessa Izzo, “Baciami Per Sempre”, il film racconta la storia di Viola (Barbora Bobulova), una giovane madre divorziata che vive con il compagno musicista Nikos (Max Gazzè) e che decide di riunire la sua famiglia allargata per festeggiare i vent’anni del suo irrequieto figlio Lorenzo. Quella che doveva essere un’occasione per festeggiare si trasforma in uno scontro tra ex mariti, padri e patrigni, figli e figliastri, con l’aggiunta di una seducente ragazza dal carattere un po’ instabile che esaspera una situazione già complicata.

Simona Izzo mette in scena una commedia corale che si concentrata su temi a lei stessa cari, quali i rapporti sentimentali e familiari. Come un direttore d’orchestra dirige tanti strumenti diversi volti a creare una sinfonia che produce stress ma anche eccitazione. Tralasciando un inizio da pubblicitario da “Compagnia delle Indie” (con tanto di barca) e alcuni momenti melodrammatici che ricordano più certe telenovelas di scarsa qualità che non quelli famosi di Matarazzo, Lasciami Per Sempre si lascia guardare, avvelendosi di una regia attenta e curata grazie anche alla fotografia di Tani Canevari (Manuale d’Amore) e all’apporto non accreditato del compagno della Izzo, Ricky Tognazzi.

L’ossimoro che contraddistingue il titolo è un modo per parlare dei problemi che attanagliano la famiglia allargata con una strizzatina d’occhio all’attualità e alla nuova realtà legislativa delle coppie di fatto. Ma indipendentemente da come la si voglia chimare, la famiglia resta per la regista un centro nevrotico con cui ognuno di noi è costretto bene o male a confrontarsi: sono quindi accettabili i momenti deliranti e in alcuni casi ridicoli con diverse punte d’ironia lasciati al capofamiglia Renato (Mariano Riggillo) e all’ex genero Pietro (Maurizio Casagrande), ginecologo con una predilezione per l’etologo Konrad Lorenz.

Se la parte comica è affidata a questi due attori che danno lustro al teatro partenopeo, la parte tragica e isterica (a volte eccessiva) è assegnata alle donne, o meglio alle tre sorelle (con nomi di personaggi tratti da opere liriche), che compongono il cast: Valentina Cervi è Aida, lesbica in crisi con la compagna; Veruska Rossi è Carmen, in perenne crisi nevrotica; Barbora Bobulova è la già citata Viola, donna sensuale nonché colpevole della riunione del “cespuglio familiare”. A chiudere il nutrito cast è Max Gazzè qui interprete parlante alla sua seconda esperienza d’attore e anche autore di alcuni dei brani della colonna sonora.

Sentimenti positivi e negativi che si intrecciano in questa tragi-commedia bipolare dove la famiglia moderna sembra stracciarsi per poi riunirsi mettendo da parte il rancore; perché se amarsi per sempre è difficile, lasciarsi per sempre sembra impossibile!

Guarda il trailer ufficiale di Lasciami Per Sempre

Redazione
Redazione
Il team di Moviestruckers è composto da un valido ed eterogeneo gruppo di appassionati cinefili con alle spalle una comprovata esperienza nel campo dell'informazione cinematografica.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

RECENTI

- Advertisment -