venerdì, Febbraio 3, 2023
HomeRecensioniLa Verità Vi Spiego Sull'Amore, recensione del film con Ambra Angiolini

La Verità Vi Spiego Sull’Amore, recensione del film con Ambra Angiolini

Tratto dall’omonimo romanzo di Enrica Tesio, La Verità Vi Spiego Sull’Amore racconta di Dora (Ambra Angiolini), lasciata inaspettatamente da Davide (Massimo Poggi) dopo sette anni di relazione. Rimasta sola con due figli da crescere, la giovane donna si trova costretta a ricostruire la propria vita, tentando nel frattempo di accettare la decisione dell’ex compagno. Fortunatamente accorrono in suo aiuto l’amica festaiola Sara (Carolina Crescentini), il bidello-poeta Simone (Edoardo Pesce) e la madre ambientalista Mimi (Pia Engleberth).

Seguendo il doppio registro del ritratto popolare all’italiana e della commedia più sfacciatamente romantica, la pellicola di Max Croci non è altro che l’ennesima variazione sul tema dell’amore, abile solo a riproporre dinamiche narrative già ampiamente sfruttate.

La storia appare fin da subito banale e prevedibile, sia in relazione alle vicende sentimentali di coppia sia per quanto riguarda il processo di auto-definizione personale: le evoluzioni dei personaggi risultano pertanto codificate e meccaniche, prefigurandosi come tappe necessarie per il raggiungimento del finale stabilito.

Non meno convenzionale è l’umorismo. Nonostante si mantengano ritmi sostenuti e si offrano in alcuni casi degli scambi di battute divertenti, la comicità porta raramente alla risata e attinge eccessivamente da una serie di luoghi comuni legati alla maternità.

Al limite del kitch sono poi alcune scelte registiche e di montaggio. Il ricorso ad un’estetica da videoclip – utilizzata con risultati molto interessanti da registi quali l’italiano Alex Infascelli o l’australiano Baz Luhrmann – è spesso estremizzato ed eccessivo, soprattutto correlato ad un uso del colore volutamente patinato.

Sequenze come la carrellata fotografica dei surfisti, la passeggiata riflessiva di Sara in abito lungo sul mare o gli elenchi di tipologie di madri e di amori esistenti rendendo l’intero lavoro quasi una parodia di quello che realmente vorrebbe essere. Analogamente, i discorsi che Dora indirizza direttamente al pubblico frammentano la normale fruizione cinematografica, provocando quasi un’alienazione dello spettatore.

Impressioni differenti vengono invece restituite dai diversi membri del cast. Ambra Angiolini, protagonista assoluta della pellicola, non riesce ad offrire un’interpretazione davvero convincente. Carolina Crescentini, ormai indissolubilmente legata al ruolo dell’egoista dal cuore d’oro, si allinea allo standard della collega, non presentando una performance degna di nota.

Assolutamente riusciti sono al contrario i personaggi della nonna paterna Roberta, interpretata da una brava Giuliana De Sio, e del già nominato bidello-poeta, incarnato da Edoardo Pesce. Convince anche la colonna sonora, soprattutto grazie alla splendida canzone di Arisa “Ho perso il mio amore”. La cantante è inoltre presente in un breve (e probabilmente evitabile) cameo.

Guarda il trailer de La Verità Vi Spiego sull’Amore

Gabriele Landrini
Gabriele Landrini
Perché il cinema non è solo un'arte, è uno stile di vita | Film del cuore: Gli Uccelli | Il più grande regista: Alfred Hitchcock | Attore preferito: Marcello Mastroianni | La citazione più bella: "Vorrei non amarti o amarti molto meglio." (L'Eclisse)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

RECENTI

- Advertisment -