domenica, Gennaio 29, 2023
HomeRecensioniBallerina, recensione del film d'animazione di E. Summer e E. Warin

Ballerina, recensione del film d’animazione di E. Summer e E. Warin

Ballerina è un classico lungometraggio d’animazione che racconta una storia di formazione. Come film di genere, segue precisamente tutte le regole senza mai uscire dal seminato: questo è il suo punto di forza e la sua più grande debolezza.

Qual è il vostro sogno? Ne avete uno talmente grande e importante, che vi ha accompagnato per tutta la vita e che vi segue come un’ossessione fin da piccoli? Molto probabilmente tutti ne hanno uno, chi più chi meno ambizioso. Magari qualcuno col passare del tempo lo ridimensiona, qualcun altro invece lo accantona per sempre; qualcun altro ancora lo coltiva segretamente nella speranza che prima o poi si avveri. Non è un caso che ormai i sogni siano il topic di molte delle pellicole recenti (si veda La La Land o Sing, tanto per fare un esempio).

Ballerina è un prodotto franco-canadese, basato su un’idea del regista Eric Summer. Eric Warin figura come co-regista. Nella versione originale le voci dei due protagonisti sono di Elle Fanning e Dane DeHaan; nel cast delle voci italiane invece sono presenti Sabrina Ferilli, Eleonora Abbagnato e Federico Russo.

Félicie è un’orfana della Bretagna, ha un’immensa passione per la danza e il suo sogno è quello di diventare la prima ballerina dell’Opera di Parigi. Insieme a Victor, il suo migliore amico che ha invece il sogno di diventare un grande inventore, Félicie scappa dall’orfanotrofio; entrambi vogliono vedere realizzato il proprio progetto di vita.

Ballerina è veramente un classico film di crescita, una storia di formazione, in cui assistiamo alle diverse difficoltà che la piccola Félicie deve superare per raggiungere il suo obbiettivo. Non è un caso che i nomi dei protagonisti abbiano una fortissima assonanza con le parole “felicità” e “vittoria”, poiché, per loro, il raggiungimento del proprio scopo è la chiave per la felicità e per la vittoria. La qualità tecnica delle animazioni è nel complesso soddisfacente, anche se inferiore a quella dei più blasonati Disney, Pixar e Dreamworks.

Non mancano all’interno del film dei siparietti piuttosto divertenti, capaci di strapparci a forza una buona risata. Il difetto più grande di Ballerina però è che manca quel guizzo di varietà e di originalità che invece contraddistingue alcuni degli ultimi film d’animazione. Di fatto, anche se è una storia classica, manca quell’afflato epico che possiamo ad esempio ritrovare in Oceania.

Va detto anche che Ballerina, per certi versi, richiama alla mente alcuni film sullo sport che tanto amiamo. Le scene in cui la protagonista si allena, infatti, ci riportano alla memoria quei fantastici montaggi di The Karate Kid, Billy Elliote Rocky IV; e nostalgicamente, almeno un po’ rimaniamo coinvolti.

Guarda il trailer ufficiale di Ballerina

Redazione
Redazione
Il team di Moviestruckers è composto da un valido ed eterogeneo gruppo di appassionati cinefili con alle spalle una comprovata esperienza nel campo dell'informazione cinematografica.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

RECENTI

- Advertisment -