domenica, Dicembre 4, 2022
HomeFestivalFestival di VeneziaA Star Is Born, recensione del film di Bradley Cooper con Lady...

A Star Is Born, recensione del film di Bradley Cooper con Lady Gaga

Terzo rifacimento del film originale del 1937 diretto da William A. Wellman, A Star Is Born è l’esordio alla regia di Bradley Cooper, candidato all’Oscar per le sue interpretazioni in pellicole quali Il Lato Positivo e American Sniper. Un progetto nel quale Cooper ha sempre creduto fortemente , tanto da ritagliarsi anche il ruolo di co-sceneggiatore, produttore e – naturalmente – di protagonista.

Al suo fianco, per la prima volta sul grande schermo, troviamo Lady Gaga, una delle più acclamate popstar della storia della musica recente, pronta a raccogliere l’eredità di Janet Gaynor, Judy Garland e Barbra Streisand (protagoniste delle precedenti versioni di A Star Is Born) e a lasciare – a modo suo – un segno indelebile, grazie ad un’interpretazione folgorante, istintiva e appassionata.

Nel film Cooper interpreta il ruolo di Jackson Maine, una star della musica country in perenne lotta contro la dipendenza da alcool e droga. Un giorno Jackson fa la conoscenza di Ally (Gaga), una cameriera che aspira a diventare cantante ma che ha chiuso in un cassetto il sogno più grande della sua vita. I due si innamorano, ma appena la carriera di Ally inizia a spiccare il volo, Jackson diventa sempre più vittima dei suoi demoni interiori, fino ad un tragico e purtroppo inevitabile epilogo.

A Star Is Born è la nuova rivisitazione di una delle storie d’amore più belle e sofferte che siano mai state raccontante sul grande schermo. Bradley Cooper, al suo debutto dietro la macchina da presa, si dimostra estremamente abile nella costruzione di un universo musicale estremamente ricercato.

Di fatto, i momenti migliori del film sono quelli che vedono Cooper impegnato sul palco, sia da solo sia in compagnia della sua inarrestabile partner: nelle vesti di regista, l’attore americano regala allo spettatore una miscela esplosiva di emozione e amarezza, intervallata da sequenze musicali assolutamente da brivido; nelle vesti di interprete, ci troviamo di fronte ad una delle migliori performance della sua carriera, grazie alla quale emerge con veemenza non solo un inaspettato talento da musicista, ma anche – e soprattutto – la voglia di mettersi in gioco con un ruolo intenso, tormentato, “maledetto”.

Tanto sorprendenti sono le capacità vocali di Bradley Cooper, altrettanto lo sono le doti recitative di Lady Gaga. La cantante di origini italiane si confronta con un personaggio che sembra essere stato scritto su misura per lei: il risultato finale è una sfida che la stessa Gaga abbraccia senza reticenze, con impegno smisurato e passione incondizionata, regalando una prima prova d’attrice indimenticabile.

Il punto di forza di A Star Is Born è comunque rappresentato dalla palpabile e alchimia tra i due meravigliosi protagonisti: capaci di creare qualcosa di magico quando appaiono insieme sullo schermo, Cooper e Gaga si dimostrano una coppia sbalorditiva in tutta la loro commovente fragilità. Spogliati della loro immagine patinata da star hollywoodiane irraggiungibili, i due interpreti diventano fisicamente e spiritualmente “terreni”, pronti a restituire ai loro personaggi tutta l’umanità della quale necessitano.

In definitiva, l’esordio alla regia di Bradley Cooper è promosso a pieni voti. A Star Is Born, presentato fuori concorso a Venezia 75, è un ottimo dramma musicale che inneggia all’amore, al sacrificio e al disperato bisogno di realizzare i propri sogni. Una storia svecchiata e modernizzata attraverso lo stile vibrante della regia di Cooper, il fascino interpretativo e la voce senza eguali di Gaga, ed una trascinante colonna sonora, pronta a far innamore, piangere e cantare un’intera nuova generazione.

Guarda il trailer ufficiale di A Star Is Born

Stefano Terracina
Stefano Terracina
Cresciuto a pane, latte e Il Mago di Oz | Film del cuore: Titanic | Il più grande regista: Stanley Kubrick | Attore preferito: Michael Fassbender | La citazione più bella: "Io ho bisogno di credere che qualcosa di straordinario sia possibile." (A Beautiful Mind)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

RECENTI

- Advertisment -