mercoledì, Dicembre 7, 2022
HomeNewsUltimo Tango a Parigi: è di nuovo polemica, Bertolucci chiarisce ancora una...

Ultimo Tango a Parigi: è di nuovo polemica, Bertolucci chiarisce ancora una volta

Negli ultimi giorni si è tornati a parlare di Ultimo Tanto a Parigi, uno dei capolavori del maestro Bernardo Bertolucci. La pellicola è ritornata nell’occhio del ciclone a causa di Variety, la popolare e autorevole rivista statunitense che ha riportato nuovamente alla luce alcune dichiarazioni del lontano 2013 che facevano riferimento alla celeberrima “scena del burro“, scatenando le reazione di numerose personalità di hollywood che si sono subito scagliate contro il regista premio Oscar (nell’articolo si parlava – erroneamente – di stupro “non consensuale” ai danni della protagonista del film Maria Schneider).

All’epoca dei fatti, Bertolucci dichiarò che l’utilizzo del burro nella scena “incriminata” fu un’idea che venne a lui e a Marlon Brando, i quali decisero, insieme, di non informare la Schneider del dettaglio. L’attrice era però a conoscenza della scena dello stupro che avrebbero girato, dal momento che era scritta in sceneggiatura.

In seguito alle polemiche delle ultime ore, Bernardo Bertolucci ha voluto ancora una volta chiarire come sono andate le cose, attraverso un comunicato ufficiale che riportiamo di seguito:

“Vorrei, per l’ultima volta, chiarire un ridicolo equivoco che continua a riportare Ultimo Tango a Parigi sui giornali di tutto il mondo. Qualche anno fa, alla Cinematèque Française, qualcuno mi ha chiesto dettagli sulla famosa “scena del burro”. Io ho precisato, ma forse non sono stato chiaro, di avere deciso insieme a Marlon Brando, di non informare Maria che avremmo usato del burro. Volevamo la sua reazione spontanea a quell’uso improprio. L’equivoco nasce qui. Qualcuno ha pensato, e pensa, che Maria non fosse stata informata della violenza su di lei. Falso! Maria sapeva tutto perché aveva letto la sceneggiatura, dove era tutto descritto. L’unica novità era l’idea del burro. È quello che, come ho saputo molti anni dopo, offese Maria, non la violenza che subisce nella scena e che era prevista nella sceneggiatura del film. È consolante e desolante che qualcuno sia ancora così naïf da credere che al cinema accada per davvero quello che si vede sullo schermo. Quelli che non sanno che al cinema il sesso viene (quasi) sempre simulato, probabilmente, ogni volta che John Wayne spara a un suo nemico, credono che quello muoia per davvero”.

Fonte

Redazione
Redazione
Il team di Moviestruckers è composto da un valido ed eterogeneo gruppo di appassionati cinefili con alle spalle una comprovata esperienza nel campo dell'informazione cinematografica.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

RECENTI

- Advertisment -