mercoledì, Febbraio 8, 2023
HomeNewsThe Batman: Zoë Kravitz sulla pressione rispetto alle precedenti Catwoman

The Batman: Zoë Kravitz sulla pressione rispetto alle precedenti Catwoman

Zoë Kravitz è tornata a parlare del ruolo di Selina Kyle in The Batman, parlando della pressione rispetto alle precedenti iterazioni di Catwoman.

L’attrice Zoë Kravitz è tornata a parlare del suo ruolo di Selina Kyle/Catwoman in The Batman di Matt Reeves, rivelando di essere sempre stata determinata ad evitare di rimanere “intrappolata” nella parte, limitandosi ad “imitare” le passate rappresentazioni live-action del personaggio.

All’interno del volume di recente pubblicazione “The Art of The Batman” (via ComicBook), Kravtiz ha rivelato di aver ricevuto ogni tipo di reazione dai suoi amici e dalla sua famiglia quando ha saputo di essere stata scelta per interpretare Selina Kyle/Catwoman.

“Quando ho ottenuto la parte sono rimasta sbalordita. Quando poi è uscita la notizia, fino ad allora non avevo mai ricevuto così tante telefonate e messaggi, nemmeno nel giorno del mio compleanno”, ha spiegato l’attrice. “La cosa mi colpì. Mi resi conto che si trattava di qualcosa di molto più grande. Eartha Kitt, Michelle Pfeiffer, Halle Berry… riguardava tutte le attrici che erano venute prima di me. È un onore far parte di quel gruppo.”

Tuttavia, l’onore non è stato privo di sfide, poiché Kravitz ha comunque dovuto affrontare l’immensa pressione che ha sentito rispetto alla prospettiva di assumere un ruolo così ambito e iconico. “Ci sono stati momenti in cui ho dovuto davvero prendere le distanze da ciò che era stato fatto in passato, perché la pressione rispetto a tutto ciò può essere davvero pericolosa.”

L’attrice ha poi aggiunto che il film di Matt Reeves racconta una storia estremamente specifica, quindi emulare le precedenti iterazioni di Catwoman sarebbe stato fuori luogo. “Non volevo rimanere intrappolata nel tentativo di creare qualcosa di iconico o sexy. Volevo davvero che fosse la storia di una donna che è sopravvissuta a una vita infernale e sta cercando di capire cosa fare adesso.”

Kravitz ha continuato dicendo che il suo più grande desiderio, rispetto al ruolo di Catwoman, è sempre stato quello di non volerla ritrarre come una vittima, che secondo lei è un tropo fin troppo abusato in merito ai personaggi femminili con un passato travagliato. “Ho davvero trovato un personaggio che era più di una semplice aiutante o più di una semplice ragazza di bell’aspetto in un vestito attillato. Questa è una persona reale che ha lottato molto. La ammiro e la rispetto.”

Quello che c’è da sapere su The Batman

Due anni trascorsi a pattugliare le strade nei panni di Batman (Robert Pattinson), incutendo timore nel cuore dei criminali, hanno trascinato Bruce Wayne nel profondo delle tenebre di Gotham City. Potendo contare su pochi fidati alleati – Alfred Pennyworth (Andy Serkis) e il tenente James Gordon (Jeffrey Wright) – tra la rete corrotta di funzionari e figure di alto profilo della città, il vigilante solitario si è affermato come unica incarnazione della vendetta tra i suoi concittadini.

Quando un killer prende di mira l’élite di Gotham con una serie di malvagi stratagemmi, una scia di indizi criptici spinge il più grande detective del mondo a indagare nei bassifondi, incontrando personaggi come Selina Kyle/Catwoman (Zoë Kravitz), Oswald Cobblepot/Pinguino (Colin Farrell), Carmine Falcone (John Turturro) e Edward Nashton/Enigmista (Paul Dano). Mentre le prove iniziano a condurlo più vicino alla soluzione e la portata dei piani del malfattore diventa chiara, Batman deve stringere nuove alleanze, smascherare il colpevole e rendere giustizia all’abuso di potere e alla corruzione che da tempo affliggono Gotham City.

The Batman (qui la recensione) è uscito nelle sale italiane il 3 marzo 2022. Matt Reeves ha diretto il film e firmato la sceneggiatura insieme a Mattson Tomlin (Little Fish). Il premio Oscar Michael Giacchino (Spider-Man: Homecoming, Coco, Jurassic World – Il regno distrutto) ha curato la colonna sonora.

Stefano Terracina
Stefano Terracina
Cresciuto a pane, latte e Il Mago di Oz | Film del cuore: Titanic | Il più grande regista: Stanley Kubrick | Attore preferito: Michael Fassbender | La citazione più bella: "Io ho bisogno di credere che qualcosa di straordinario sia possibile." (A Beautiful Mind)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

RECENTI

- Advertisment -