lunedì, Dicembre 5, 2022
HomeNewsSpider-Man: perché la morte di zio Ben non è stata raccontata nel...

Spider-Man: perché la morte di zio Ben non è stata raccontata nel MCU

Lo sceneggiatore di Spider-Man: Homecoming ha finalmente rivelato perché la morte di zio Ben non è stata raccontata nel MCU.

Quando i Marvel Studios hanno portato finalmente Spider-Man nel Marvel Cinematic Universe, hanno deciso di non rivisitare la storia delle origini del personaggio. Di conseguenza, il personaggio di zio Ben è stato soltanto menzionato nei film con protagonista Tom Holland.

Le cose potrebbero ancora cambiare grazie a Spider-Man: No Way Home. Tuttavia, Jonathan Goldstein, lo sceneggiatore del primo film del MCU incentrato su Peter Parker, Spider-Man: Homecoming, ha ora spiegato finalmente il motivo per cui lo studio ha deciso di non rivisitare la morte di Ben Parker nel film uscito nel 2017.

Goldenstein, che ha scritto il film insieme a John Francis Daley, Jon Watts, Christopher Ford, Chris McKenna e Erik Sommers, ha spiegato che la Marvel e il team di sceneggiatori non avevano alcun interesse a rivisitare la morte di zio Ben, essendo già stata raccontata nei precedenti film dedicati a Spider-Man.

Tuttavia, nel film sarebbe comunque dovuto esserci un riferimento diretto allo zio dell’arrampicamuri. Come spiegato da Goldstein su Twitter: “Avevamo scritto una scena in cui zia May e Peter sono davanti all’armadio e devono scegliere uno dei vecchi vestiti di Ben che May non aveva ancora buttato via.”

È un vero peccato che questa scena non sia finita nel montaggio finale, anche se in seguito avremmo visto Peter usare una vecchia valigia di Ben in Spider-Man: Far From Home. A parte questo easter egg cinematografico, è stato solo nella serie What If…? che Peter ha finalmente parlato della morte di suo zio e dell’impatto che ha avuto sulla sua vita, anche se in quel caso si trattava di una linea temporale alternativa.

Quello che sappiamo su Spider-Man: No Way Home

Spider-Man: No Way Home arriverà nelle sale italiane il 15 dicembre 2021. Il film sarà diretto ancora una volta da Jon Watts, già regista di Spider-Man: Homecoming e Spider-Man: Far From Home. Nel cast, oltre a Tom Holland nei panni di Peter Parker, torneranno anche Zendaya in quelli di MJ e Jacob Batalon in quelli di Ned, mentre Benedict Cumberbatch tornerà nei panni di Doctor Strange.

Nel film ci sarà anche il premio Oscar Jamie Foxx, che tornerà ad interpretare Electro dopo The Amazing Spider-Man 2 di Marc Webb, così come Alfred Molina, che sarà ancora una volta Doctor Octopus dopo la sua apparizione in Spider-Man 2 di Sam Raimi. Tra gli altri nemici dell’Uomo Ragno provenienti da altri franchise che rivedremo nel film figurano anche il Green Goblin di Willem Dafoe, il Sandman di Thomas Haden Church e il Lizard di Rhys Ifans.

Per la prima volta nella storia cinematografica di Spider-Man, il nostro amichevole eroe di quartiere è smascherato e non può più separare la sua vita privata dalle grandi responsabilità di essere un Supereroe. Quando chiede aiuto a Doctor Strange, la posta in gioco si fa sempre più rischiosa e lo porterà a scoprire cosa significa realmente essere Spider-Man.

Stefano Terracina
Stefano Terracina
Cresciuto a pane, latte e Il Mago di Oz | Film del cuore: Titanic | Il più grande regista: Stanley Kubrick | Attore preferito: Michael Fassbender | La citazione più bella: "Io ho bisogno di credere che qualcosa di straordinario sia possibile." (A Beautiful Mind)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

RECENTI

- Advertisment -