martedì, Dicembre 6, 2022
HomeNews#ReleasetheSnyderCut: la campagna social alimentata da profili fake?

#ReleasetheSnyderCut: la campagna social alimentata da profili fake?

Uno studio avrebbe evidenziato che la maggior parte del supporto a favore della campagna social #ReleasetheSnyderCut, in realtà, sarebbe stato alimentato da profili fake.

Secondo quanto riferito, uno studio condotto da WarnerMedia avrebbe evidenziato che la maggior parte del supporto a favore della campagna social #ReleasetheSnyderCut guidata dai fan del regista Zack Snyder che volevano a tutti i costi la release della versione originale di Justice League, rilasciata poi come Zack Snyder’s Justice League, sarebbe stato in realtà alimentato dai bot.

La versione originale del cinecomic, della durata di ben 4 ore, è stata distribuita su HBO Max in America nel marzo dello scorso anno, dopo una campgna divenuta virale e guidata dai fan di Snyder che chiedeva alla Warner Bros. di rilasciare il taglio originale del film: la versione cinematografica di Justice League, infatti, è uscita nelle sale nel 2017, ma è stata portata a termine dal regista Joss Whedon, dopo che Snyder aveva dovuto abbandonare il progetto per motivi personali. Ora, come apprendiamo grazie a Rolling Stone, due indagine condotte da WarnerMedia avrebbero rivelato che un numero sproporzionato di account social che hanno partecipato alla campagna erano in realtà dei “falsi”.

I report di WarnerMedia hanno evidenzaito che il 13% degli account che hanno preso parte alla campagna online che chiedeva la release della versione di Justice League ad opera di Zack Snyder erano dei profili “non autentici”. Secondo gli esperti, la quantità normale segnalata di bot che interferiscono con argomenti di tendenza varia dal 3 al 5%. I rapporti pubblici di Twitter hanno rilevato che meno del 5% degli account attivi sulla piattaforma può essere considerato “falso” o “spam”. Sebbene ciò non diminuisca la quantità di fan reali che hanno sostenuto la distribuzione di Zack Snyder’s Justice League, la campagna avrebbe comunque ricevuto una grossa spinta da account “falsi”.

Diverse fonti coinvolte sia nella realizzazione di Justice League del 2017 che in Zack Snyder’s Justice League del 2021 hanno inoltre affermato che, dal loro punto di vista, lo stesso Snyder avrebbe contribuito a “manipolare” la travolgente risposta online suscitata dalla campagna. Una di queste fonti ha affermato: “Zack era come un Lex Luthor che stava scatenando il caos”. A quanto pare, le indagini sono state commissionate da Warner Media ad una società di sicurezza informatica di terze parti nel gennaio 2021. Secondo quanto riferito, la decisione venne presa in risposta ad una crescente quantità di messaggi di odio sui social e diretti ai dipendenti di WarnerMedia, tra cui il fumettista e produttore Geoff Johns, il presidente della DC Films Walter Hamada e l’ex presidente di Warner Bros. Pictures Group Toby Emmerich.

“Dopo aver analizzato le conversazioni online in merito alla Snyder Cut di Justice League, in particolare gli hashtag #ReleasetheSnyderCut e #RestoretheSnyderVerse su Facebook, Twitter e Instagram, gli analisti hanno rilevato un aumento di attività negative ad opera sia di account reali che di account falsi”, si legge nel rapporto ufficiale. “Nello specifico, una comunità identificata era composta da profili sia veri sia falsi che diffondevano commenti negativi su WarnerMedia per non aver ripristinato lo SnyderVerse. Inoltre, sono stati identificati tre principali leader all’interno degli autori scansionati su Facebook, Twitter e Instagram: un leader su ciascuna piattaforma. Questi leader hanno ricevuto il maggior coinvolgimento e hanno anche molti follower, il che ha dato loro la possibilità di influenzare l’opinione pubblica”.

Inoltre, lo scorso maggio è stato riferito che sempre i bot di Twitter avrebbero contribuito a far sì che ben due film di Zack Snyder, ossia Zack Snyder’s Justice League e Army of the Dead, vincessero nelle categorie “Oscars Fan Favorite” e “Oscars Cheer Moment” votate dai fan, in occasione della 94a edizione degli Academy Awards. Secondo i dati riportati dallo strumento di monitoraggio per le analisi Tweetbinder, “i contributori più attivi su entrambi i sondaggi erano programmi web autonomi che hanno espresso migliaia di voti falsi a sostegno dei due film”.

Al momento la campagna #RestoretheSnyderVerse, che chiede alla Warner Bros. di realizzare i seguel di Justice League che Zack Syder aveva inizialmente in programma, è ancora in atto. Ricordiamo che Snyder ha diretto tre film appartenenti al DCEU, ossia L’uomo d’acciaio, Batman v. Superman: Dawn of Justice e Zack Snyder’s Justice League.

Stefano Terracina
Stefano Terracina
Cresciuto a pane, latte e Il Mago di Oz | Film del cuore: Titanic | Il più grande regista: Stanley Kubrick | Attore preferito: Michael Fassbender | La citazione più bella: "Io ho bisogno di credere che qualcosa di straordinario sia possibile." (A Beautiful Mind)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

RECENTI

- Advertisment -