sabato, Dicembre 10, 2022
HomeNewsChris Pine non è dispiaciuto per non essere stato incluso in Spider-Man:...

Chris Pine non è dispiaciuto per non essere stato incluso in Spider-Man: No Way Home

Chris Pine, che ha doppiato Peter Parker nel film d'animazione Spider-Man: Un Nuovo Universo, ha confessato di non essere dispiaciuto per la sua assenza in Spider-Man: No Way Home.

Spider-Man: No Way Home ha fatto la storia del cinema riunendo per la prima volta le tre versioni live-action di Spidey sul grande schermo.

L’idea di unire le versioni del personaggio di Tom Holland, Andrew Garfield e Tobey Maguire è stata in parte ispirata dal film d’animazione vincitore dell’Oscar del 2018 Spider-Man: Un Nuovo Universo, nonostante molte altre versioni di Spider-Man non siano riuscite ad apparire nel blockbuster dei Marvel Studios.

L’attore Chris Pine, che ha doppiato Peter Parker proprio in Un Nuovo Universo, è stato uno dei tanti attori di Spider-Man che non sono apparsi nel film di Jon Watts. Pine ha recentemente discusso della sua “assenza” nel cinecomic con Yahoo Entertainment. “Si tratta di una squadra già al completo”, ha detto l’attore in merito. “Sono felice di non essere stato incluso.”

Quello che c’è da sapere su Spider-Man: No Way Home

Spider-Man: No Way Home (qui la recensione) è uscito nelle sale italiane il 15 dicembre 2021. Il film è diretto ancora una volta da Jon Watts, già regista di Spider-Man: Homecoming e Spider-Man: Far From Home. Nel cast, oltre a Tom Holland nei panni di Peter Parker, figurano anche Zendaya in quelli di MJ e Jacob Batalon in quelli di Ned, mentre Benedict Cumberbatch torna nei panni di Doctor Strange.

Nel film figurano anche il premio Oscar Jamie Foxx, che torna ad interpretare Electro dopo The Amazing Spider-Man 2 di Marc Webb, così come Alfred Molina, ancora una volta nei panni di Doctor Octopus dopo la sua apparizione in Spider-Man 2 di Sam Raimi. Tra gli altri nemici dell’Uomo Ragno provenienti da altri franchise che figurano nel film, ci sono anche il Green Goblin di Willem Dafoe, il Sandman di Thomas Haden Church e il Lizard di Rhys Ifans.

Per la prima volta nella storia cinematografica di Spider-Man, il nostro amichevole eroe di quartiere è smascherato e non può più separare la sua vita privata dalle grandi responsabilità di essere un Supereroe. Quando chiede aiuto a Doctor Strange, la posta in gioco si fa sempre più rischiosa e lo porterà a scoprire cosa significa realmente essere Spider-Man.

Stefano Terracina
Stefano Terracina
Cresciuto a pane, latte e Il Mago di Oz | Film del cuore: Titanic | Il più grande regista: Stanley Kubrick | Attore preferito: Michael Fassbender | La citazione più bella: "Io ho bisogno di credere che qualcosa di straordinario sia possibile." (A Beautiful Mind)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

RECENTI

- Advertisment -