Thor: Love and Thunder, la spiegazione del finale nel dettaglio

La spiegazione, nel dettaglio, del finale di Thor: Love and Thunder, il film dei Marvel Studios diretto da Taika Waititi, con Chris Hemsworth e Natalie Portman.

ATTENZIONE: SEGUONO SPOILER SU THOR: LOVE AND THUNDER!

Cosa succede alla fine di Thor: Love and Thunder e cosa significa il finale del film per il futuro del Marvel Cinematic Universe? Thor è il primo eroe del MCU ad essere stato protagonisa di ben quattro film in solitaria. Tuttavia, il finale di Love and Thunder lascia intendere che c’è ancora molto da esplorare in merito alla storia del Dio del Tuono. L’attesa tra Thor: Ragnarok del 2017 e l’uscita di Love and Thunder quest’anno è stata assai lunga, ma nel mezzo Thor è stato comunque protagonista di altri film e altrettante battaglie: il figlio di Odino, infatti, ha giocato un ruolo importante sia in Avengers: Infinity War che in Avengers: Endgame.

All’inizio di Thor: Love and Thunder, il Dio del Tuono (Chris Hemsworth) è ancora in viaggio con i Guardiani della Galassia dopo essersi unito alla gang nel finale di Endgame. Tuttavia, dopo aver scoperto che la sua amica Sif (Jaimie Alexander) e gli dei sono nei guai, Thor decide di tornare a Nuova Asgard, scoprendo con sua enorme sorpresa che Jane Foster (Natalie Portman) è stata in grado di rimettere insieme i pezzi di Mjolnir, trasformandosi nella Potente Thor. Dopo che Gorr il macellatore di dei (Christian Bale) rapisce i bambini asgardiani, Thor, la Potente Thor, Valchiaria (Tessa Thompson) e Korg (Taika Waititi) si recano nell’Eternità, dove il loro antagonista è intenzionatoa realizzare il suo desiderio: uccidere tutti gli dei dell’universo.

Sebbene la storia sembri molto più autonoma rispetto all’ultimo film del MCU uscito nelle sale, ossia Doctor Strange nel Multiverso della Follia, il finale di Thor: Love and Thunder è decisamente un finale aperto: Thor è ora il padre adottivo della figlia di Gorr, Love, che sta iniziando a manifestare alcuni strani poteri: ciò significa che le avventure del Dio del Tuono sono tutt’altro che finite. Ecco cosa accade nel finale di Love and Thunder nel dettaglio, e cosa significa per il futuro del MCU. ATTENZIONE: se non avete ancora visto Thor: Love and Thunder, vi consigliamo di non procedere nella lettura!

10Cosa succede nel finale di Thor: Love and Thunder?

Alla fine di Thor: Love and Thunder, Thor si reca da solo nell’Eternità per affrontare Gorr dopo aver scoperto che l’uso di Mjolnir da parte di Jane ha impedito al suo corpo di sconfiggere il cancro. Thor è in grado di liberare i bambini asgardiani e trasmette loro (per un periodo di tempo limitato) i suoi poteri. Insieme, combattono Gorr e le sue creature ombra mentre tentano di impedire a villain di usare lo Stormbreaker e il Bifrost per aprire l’Eternità. Tuttavia, Thor viene sopraffatto da Gorr e cade quasi preda della Necrospada.

Fortunatamente, la Potente Thor arriva appena in tempo e, usando i nuovi poteri di Mjolnir, è in grado di frantumare e distruggere la Necrospada. Sebbene Thor liberi lo Stormbreaker, Gorr è comunque in grado di entrare nell’Eternità, pronto a desiderare che gli dei non esistano più. Prima che Jane muoia di cancro, lei e Thor riescono a spingere Gorr a desidere non di far sparire gli dei, ma bensì che sua figlia morta torni indietro. A causa della distruzione della Necrospada, che riusciva a tenere in vita Gorr, anche quest’ultimo muore nell’Eternità. Nel finale, scopriamo che Thor è ora diventato il padre della figlia di Gorr, conosciuta con il nome di Love. Le due scene post-credit di Love and Thunder rivelano che Zeus (Russell Crowe) è sopravvissuto e ha mandato Ercole (Brett Goldstein) in missione per uccidere Thor, e che Jane ha avuto l’accesso al Valhalla, dove viene accolta da Heimdall (Idris Elba).

Indietro

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui