Blonde: tutte le differenze tra il film con Ana de Armas e la vita di Marilyn Monroe

Blonde di Andrew Dominik è disponibile su Netflix dal 28 settembre. Ecco tutte le differenze tra il film con Ana de Armas e la vita di Marilyn Monroe.

Dopo essere stato presentato in anteprima mondiale all’ultima edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, Blonde di Andrew Dominik (qui la recensione) è finalmente disponibile su Netflix dal 28 settembre.

Il film, sicuramente uno dei più attesi dell’anno, è basato sull’omonimo romanzo del 1999 della scrittrice Joyce Carol Oates, e racconta parte della vita privata dell’iconica Marilyn Monroe, interpretata nel film da Ana de Armas, salita alla ribalta grazie ai suoi ruoli in film quali Blade Runner 2049, Cena con delitto – Knives Out e No Time to Die

Non è la prima volta che la vita della celebre “Blonde Bombshell” viene trasposta sul grande schermo (basti pensare al film Marilyn del 2011 con protagonista Michelle Williams), ma forse la pellicola di Dominik è la prima ad allontanarsi dai tradizionali canoni del biopic per abbracciare una forma di narrazione ostica (che ha subito generato numerose polemiche) ma al tempo stesso accattivante, in bilico tra fantasia e realtà, che si pone l’obiettivo di raccontare – o almeno, di provarci! – chi era davvero la donna fragile e tormentata che si celava dietro il mito.

Ma cosa c’è di vero in Blonde e quanto, invece, è stato inventato al fine di rendere ancora più angosciante e perturbante questo bellissimo viaggio nel lato oscuro della vita di una delle più celebri donne della storia del cinema? Scopriamolo insieme.

7Marilyn pensava davvero che Clark Gable fosse suo padre

In Blonde, uno dei più grandi desideri di Norma Jeane è quello di conoscere ed incontrare il suo vero padre. All’inizio del film, sua madre le mostra una foto di Clark Gable e dice ad una Norma ancora bambina che si tratta del suo vero padre. Anche se per molti potrebbe trattarsi del semplice frutto dell’immaginazione di Norma, in realtà ad un certo punto della sua vita è vero che la donna ha creduto davvero che la grande star di Hollywood fosse suo padre, anche se è probabile che abbia continuato a portare avanti questa sua convinzione soltanto per periodo di tempo limitato, al contrario invece di quanto accade nel film. Marilyn Monroe e Clark Gable hanno recitato insieme nel film Gli spostati di John Huston del 1961, che per entrambi è stato l’ultimo film a cui hanno preso parte prima della loro morte.

Indietro

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui